Design thinking: cos’è

ll design thinking è un metodo di lavoro pensato per stimolare il pensiero creativo e la progettazione collaborativa. Nato attorno agli anni 2000 in California, dall’Università di Stanford, viene attualmente utilizzato dalle major per individuare soluzioni creative, innovative e fattibili.

Attraverso sessioni di brainstorming, i partecipanti al design thinking si pongono domande in merito alle esigenze di un determinato pubblico, progettano e sviluppano un prototipo atto a soddisfarle e lo presentano per raccogliere riscontri con cui migliorarlo.

IL DESIGN THINKING ALL’ISTITUTO CARTESIO

L’Istituto Cartesio ha avviato un percorso di design thinking rivolto ai suoi studenti; una serie di sessione collaborative che, attraverso la realizzazione di differenti progetti web (presentati in questo sito web), riescono a trasmettere:

  • i principi del pensiero creativo e del lavoro in team;
  • nozioni basi del marketing e della comunicazione;
  • nozioni basi del web design e della programmazione.

Il percorso di design thinking viene strutturato attraverso tre fasi consequenziali e sinergiche. Un workshop pensato per presentare i principi base della creatività. Una serie di incontri di gruppo volti a studiare il target di progetto (empatyhy map), individuando un’idea e un modello di gestione autosussistente (business model canvas). Lavori in team dedicati a produrre un prototipo funzionante del progetto web (design, contenuti, promozione).